La 20ª «Vasca d'Argento» alla Compagnia Astichello

Con El senatore Volpon la formazione di Monticello Conte Otto ha avuto la meglio su La Barcaccia, Teatro dei Pazzi, Gli Insoliti Noti e Prototeatro

Ennesima soddisfazione per la Compagnia Astichello di Monticello Conte Otto che con El senatore Volpon di Luigi Lunari, per la regia di Aldo Zordan, ha conquistato la vittoria alla ventesima edizione della Vasca d'Argento, promossa dalla Pro Loco Alte - Montecchio Maggiore con il patrocinio del Comune - Assessorato alla Cultura, Fita Veneto e il sostegno delle aziende Zamperla, Bravo SpA, Mon Plast, Acciai Speciali Zorzetto e della Cassa Rurale e Artigiana di Brendola.

La kermesse, promossa dalla Pro Loco Alte - Montecchio Maggiore con il patrocinio del Comune, si è svolta al Teatro S. Antonio. Caratterizzata da un grande successo di pubblico - giudice unico del concorso, svoltosi al Teatro Sant'Antonio - l'edizione del ventennale della kermesse schierava cinque compagnie di primo piano a livello veneto: oltre alla Astichello erano infatti in gara La Barcaccia di Verona, giunta seconda con I rusteghi di Carlo Goldoni, regia di Roberto Puliero, il Teatro dei Pazzi di San Donà di Piave (Venezia), terzo classificato con Un curioso accidente di Goldoni per la regia di Giovanni Giusto, Gli Insoliti Noti di Verona, quarti con Pallottole e cornetti da un testo di Alain Reynaud-Fourton, e la compagnia Prototeatro di Montagnana (Padova), giunta quinta con La locandiera e gli amorosi, ispirata al testo goldoniano e diretta da Piero Dal Prà. 
La premiazione dei vincitori avverrà, come consuetudine, in occasione della prossima edizione del concorso.

 

Sei qui: Home Notizie La 20ª «Vasca d'Argento» alla Compagnia Astichello

logo fitalogo fitaveneto